La Chiave Orgonica

Alla scoperta delle verità nascoste

IlMeteo.it e le minacce a chi denuncia la geoingegneria

Pubblicato in Geoingegneria / Insabbiamento / Scie chimiche
3
Share on Facebook284Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on Reddit0Pin on Pinterest0Email this to someone

Nelle ultime ore c’è stato un pò di trambusto a causa della coraggiosa scelta de ilmeteo.it di ufficializzare le scie chimiche, forse incoraggiata dal sempre crescente numero di persone che ne parla o dalle varie istituzioni nel mondo che iniziano a discuterne.
Come accade quasi sempre però notizie del genere vengono seguite da repentine smentite, ritrattamenti, silenzi o post cancellati, proprio come è successo con IlMeteo che è stato costretto a cancellare dalla sua pagina facebook il post in cui ufficializzava le scie chimiche.

Chi mi segue da un pò sa che sono un tipo sintetico, che ama arrivare subito al punto senza troppi giri di parole, a tale scopo dunque ho deciso di elencarvi cosa si mette in moto appena una notizia scottante viene messa in circolazione.

Disinformazione

I migliaia di gruppi/pagine/blog pagati per diffamare temi seri iniziano ad imbastire post e a scagliare i “dormienti manipolati” che li seguono contro chi fa informazione pulita costituendo una minaccia al velo di normalità che i potenti ci hanno imposto.
Come si può facilmente notare i disinformatori ufficiali seguono la vicenda interessata denigrandone ogni suo risvolto e tutte le persone che supportano la verità, finché la notizia non perde ogni tipo di credibilità ed interesse agli occhi delle masse.

Censura dei social

La censura di cui vi parlo ora non è quella diretta ed ufficiale quando si viola qualche termine di utilizzo, si tratta di quella subdola mascherata per malfunzionamento dei server. In molti di noi abbiamo sperimentato questo tipo di manovra che si manifesta con post scomparsi misteriosamente, notifiche inesistenti, impossibilità di inviare post o messaggi, cambio improvviso della password e via discorrendo.
Potrebbero sembrare semplici casualità se queste cose non accadessero puntualmente quando si opera nel settore dell’informazione pulita, già solo condividendo e commentando in giro.

Minacce

Esistono diversi tipi di minaccia, si parte da quelle più leggere perpetrate dai dormienti manipolati alle quali quasi sempre si può sorvolare, ci sono le varie segnalazioni alla postale ed in fine le minacce anomale. Queste ultime minacce meritano un piccolo approfondimento, si tratta infatti di minacce che differiscono dalle altre perché fatte quasi sempre da persone anonime che danno prova di rappresentare qualche organizzazione. Le minacce anomale arrivano come un avvertimento amichevole in stile mafioso e se non le si affronta a dovere ci si può ritrovare anche con un account hackerato o nella peggiore delle ipotesi con dei malviventi a casa. Per questo motivo molte persone che denunciano la geoingnegneria in rete preferiscono usare pseudonimi e esporsi direttamente il meno possibile.
Testimonianza vivente di tutte le minacce che vengono fatte in questo campo è Rosario Marcianò, noto divulgatore di verità sulla geoingegneria. I media e i vari strumenti di disinformazione quotidianamente diffondono materiale denigratorio contro Marcianò, è vittima di ingiuste denunce e minacce alla persona ma nonostante questo lui continua a combattere per la verità.

Conclusioni

Concludo tornando sul caso ilmeteo.it sul quale molti scettici hanno chiesto, come sempre, delle fonti a sostegno dell’affermazione sulle minacce. Le fonti le trovate aprendo gli occhi, andando dul sito de IlMeteo o sulla pagina FaceBook e leggendo i migliaia di commenti diffamatori, le varie minacce di cambiare servizio meteo oppure guardando tutta la satira fatta sul web che è anchessa una minaccia all’autorevolezza.
Nelle scorse ore si sono aggiunte voci non confermate provenienti da ilmeteo.it che parlavano di minacce ben peggiori ma come è logico non ne avremo mai una conferma ufficiale.
Voglio concludere lasciando una domanda, soprattutto a chi è scettico e non vuole vedere, perché se si tratta di bufale c’è chi spende tempo e risorse per mettere in moto i meccanismi di cui ho parlato poc’anzi?

Share on Facebook284Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on Reddit0Pin on Pinterest0Email this to someone
Melvin Frohike

Autore:

Italiano trapiantato in America da molti anni si impegna per portare la verità a galla senza temere le conseguenze. Membro attivo della Nevada Chemtrail Reports e del Mutual UFO Network (MUFON) porta avanti indagini personali e i suoi articoli hanno spesso guadagnato una pagina nelle riviste specializzate in Ohio.

bc

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci la soluzione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

  • Mauro

    è vero ed è successo anche a me, in un post descrivevo le anomalie per cui creder alle scie e di colpo senza ragione è sparito tutto

    • Nico

      Non sono un debunker anzi, sono tra quelli che credono che le scie chimiche non siano condensa. Ma la censura a cui fa riferimento l’articolo dove sarebbe, visto che a tutt’ora l’articolo/video in questione è visionabile alla pagina:

      http://www.ilmeteo.it/portale/scie-chimiche-ora-ufficiale

      L’articolo/video diffuso da ilmeteo.it è, inoltre, una notizia ripresa che uscì già nel 2011.

        • Melvin Frohike

          Melvin Frohike

          Fa riferimento alla pagina facebook (dove hanno l’attenzione maggiore degli utenti), sulla quale dopo poche ore sono stati costretti a rimuoverlo a causa delle pressioni.