La Chiave Orgonica

Alla scoperta delle verità nascoste

Il “Triangolo” di Renato Zero

Pubblicato in Messaggi subliminali
0
Share on Facebook148Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on Reddit0Pin on Pinterest0Email this to someone

Prima di soffermarmi sul contenuto di questo articolo ci tengo a fare dovute premesse e chiarimenti, anche a seguito delle domande giuntemi con lo scorso articolo su Gigi D’Alessio.
La scelta di trattare testi o autori nostrani o poco noti nel panorama mondiale nasce per dimostrare quanto certi gesti, messaggi, e usanze siano radicate, anche dove ingenuamente pensiamo diversamente.
Se vi parlassi dei messaggi subliminali presenti nei testi dei Led Zeppelin, dei Beatles e compagnia non farei che buttare acqua sul bagnato, visto che ormai si è già detto tutto ed è tutto documentato e all’occhio del mondo.

Come da titolo oggi vi fornirò la chiave di lettura per il noto brano di Renato Zero, “Il Triangolo”.
A una prima, ed ingenua, lettura del testo traspare solo la storia di una ragazza che aspetta l’amante per una serata di sesso e questo si presenta assieme ad un amico. La donna è sconvolta, sembra essere contraria, ma dopo ritornelli ipnotici la canzone si conclude con la ragazza che accetta il triangolo. La canzone termina con un emblematico “e loro, dico loro chi sono?“.

Sono convinta che qualcuno di voi, con un briciolo di perspicacia abbia già capito di cosa in verità si tratta, in ogni caso vi fornirò una spiegazione accurata.
La chiave per capire tutto sta proprio nel triangolo, il simbolo massonico più utilizzato, che rappresenta in tutto la massoneria e gli illuminati. La ragazza della canzone in verità è sottoposta ad un rito di iniziazione, il ragazzo che aspettava è il suo tramite e lo sconosciuto che è con lui è un gran maestro.
Durante lo scorrere del testo si percepisce tutto il dubbio e l’incertezza della ragazza, che alla fine cede ed abbraccia il triangolo come causa personale.
L’ultima frase della canzone che recita “e loro, dico loro chi sono?” rappresenta la presentazione della ragazza alla loggia massonica.
Altra cosa degna di nota sono le parole “lui chi è?” ripetute, non a caso, 13 volte.
L’argomento Renato Zero e massoneria non si ferma solo a questa canzone, il discorso è molto lungo e preferisco approfondirlo in un mio successivo articolo specifico.

Share on Facebook148Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on Reddit0Pin on Pinterest0Email this to someone

Autore:

Appassionata da tutto ciò che è misterioso e criptato fin da ragazzina quando scoprì l'esistenza dei messaggi subliminali nelle canzoni dei suoi amati Beatles. Ad oggi ha portato a termine diverse indagini smascherando i significati occulti nascosti dietro a semplici parole. E' anche naturopata e urinoterapeuta per passione da diversi anni.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci la soluzione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.