La Chiave Orgonica

Alla scoperta delle verità nascoste

Gli ibridi, schiavi del futuro

Pubblicato in Ingegneria genetica
1
Share on Facebook668Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on Reddit0Pin on Pinterest0Email this to someone

1238851_10201987859803814_1711451677_nArgomento ampiamente discusso negli ultimi mesi è quello degli ibridi uomo-animale, seppure sia un argomento trattato e ritrattato da anni solo negli ultimi tempi sta ricevendo le giuste attenzioni.
Correvano gli anni 70 quando si iniziava a parlare seriamente di incroci tra uomo e animale e sia in America che in Russia vennero finanziati i primi esperimenti. Entrambe le superpotenze investirono grossi capitali in tali ricerche e per decenni perpetrarono rapimenti di persone, spesso con l’aiuto dei loro amici zetareticuliani, quel periodo fu infatti tristemente noto per l’alto numero di rapimenti alieni. A questo discorso si ricollegano anche le misteriose mutilazioni di bestiame.
Negli anni 70 gli esperimenti non diedero i frutti sperati ma permisero di affinare le loro tecniche permettendo agli USA di arrivare al primo ibrido uomo-bonobo nel 1983. Purtroppo la povera creatura visse soltanto 4 mesi. La Russia di quel periodo a causa di questioni interne decise di accantonare il progetto ibridi.
La morte prematura dell’uomo-bonobo non scoraggiò affatto gli scienziati a stelle e strisce, ma anzi, diede loro nuove speranze e nel giro degli anni successivi sfornarono ogni sorda di mutante.
Gli esemplari più efficienti erano gli incroci con i primati, per ovvi motivi di similitudine genetica con l’uomo. L’obiettivo ultimo degli americani era quello di realizzare dei soldati dalle doti straordinarie e per raccogliere dati a riguardo iniziarono a rilasciare tali creature in ambienti ostili. Gli ambienti prediletti erano quelli poveri come il Sud America e le regioni dell’Africa centrale, dove la superstizione faceva da padrone e i media erano ben lontani. Per fortuna gli strani racconti di avvistamenti di mostri e creature strane catturarono l’interesse di alcuni giornalisti e negli anni 90 ci fu il bum dei mutanti.hqdefault
Per molti si trattava di mutazioni dovute alle radiazioni, la controinformazione fece il suo solito sporco lavoro diffondendo false testimonianze, distruggendo prove e finanziando film, serie tv e cartoni animati con i mutanti.
Un classico esempio di strumento di disinformazione sono le Tartarughe Ninja e gli Street Sharks che servivano ad inculcare nei bambini e nei loro genitori che l’ingegneria genetica e le mutazioni erano un mero frutto della fantascienza.
La serie tv ALF venne prodotta per insabbiare alcune foto dell’uomo-bonobo che vennero a galla, infatti l’alieno protagonista aveva delle sembianze molto simili a questo ibrido.
Tutto venne fatto per distogliere l’attenzione del pubblico dalla realtà e per arginare gli avvistamenti e la fuga di notizie si decise di portare avanti gli esperimenti esclusivamente nelle basi militari sotterranee, come la famigerata Area 51.
Infatti dalla fine degli anni 90 ad oggi ci sono giunte ben poche testimonianze o foto su ibridi uomo-animale, le cose però stanno cominciando a cambiare perché gli USA, che ormai hanno raggiunto un livello quasi perfetto di ibridazione, hanno deciso di iniziare ad usare i loro nuovi soldati, o meglio schiavi nelle missioni militari.
1373052726781Molto utilizzati e discreti sono gli uomini-delfino, in grado di sfruttare gli ultrasuoni per individuare navi o sommergibili. Il loro utilizzo ha aiutato molto l’esercito americano a tenere monitorati i mari mediorientali. Stando a voci di corridoio i marò in India avrebbero aperto il fuoco sui pescatori indiani per impedire a questi di portare a terra un ibrido delfino accidentalmente pescato con le loro reti.
Dal medioriente arrivano diverse testimonianze di avvistamenti di uomini-ratto che si aggirano nelle fogne delle città, la popolazione spaventata afferma che la loro comparsa coincide con l’arrivo degli americani.
Recentemente in Ucraina la gente inizia ad essere spaventata per l’avvistamento di strane creature pipistrello che si aggirano di notte sopra i loro tetti.

Le testimonianze che sono giunte a noi purtroppo non sono comprovate da alcuna foto o registrazione, dobbiamo però ringraziare il fato che ci siano giunte nonostante l’enorme lavoro di insabbiamento in atto.
Anche se sprovvisti di prove scientifiche si può facilmente capire che c’è qualcosa che non quadra se si afferma che l’ingegneria genetica sia ancora arretrata dato che sono ormai 40 anni che fanno intensi esperimenti. I risultati li hanno ottenuti eccome e le ultime segnalazioni non fanno che confermarlo.
Quale futuro ci aspetta? Una popolazione di persone controllate mediante chip sottocutanei, governata da un Nuovo Ordine Mondiale che si serve di uomini bestia per soggiogare le sacche di resistenza?
Tutti i nostri peggiori incubi vedono conferma giorno per giorno…

Share on Facebook668Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on Reddit0Pin on Pinterest0Email this to someone
Melvin Frohike

Autore:

Italiano trapiantato in America da molti anni si impegna per portare la verità a galla senza temere le conseguenze. Membro attivo della Nevada Chemtrail Reports e del Mutual UFO Network (MUFON) porta avanti indagini personali e i suoi articoli hanno spesso guadagnato una pagina nelle riviste specializzate in Ohio.

bc

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci la soluzione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

  • lino

    E’ inutile condannare e basta, l’ibridazione, se ben usata, è una conquista della scienza, mi affascina troppo, garantisco che è la prima volta che invio questo commento, Mi piacerebbe psrlarne con una amica(che non ho) io ho 63 anni e sto a Ladispoli, mi scrivete 60/70enni?