La Chiave Orgonica

Alla scoperta delle verità nascoste

Geoingegneria clandestina in Germania: Wotan si presenta

Pubblicato in Contaminazione / Geoingegneria
1
Share on Facebook24Share on Google+9Tweet about this on TwitterShare on Reddit0Pin on Pinterest0Email this to someone

scie chimiche germania Amici lettori della Chiave Orgonica, scrivo questo articolo un po’ diverso dal solito per rispondere alle tante domande che mi avete posto privatamente sulla pagina Facebook e Google+. Al momento non possiedo un account social, sia perché ho litigato con Mark Zuckerberg (è davvero una persona antipatica, altro che amici) sia per non regalare i miei dati personali alle multinazionali al soldo del NWO, oltre al fatto che non pensavo di suscitare un così grande interesse da parte vostra come autore di questo sito. Cerco quindi di rispondere a tutti voi (siete veramente tanti!) in questo mio articolo-biografia.

Chi sono e cosa faccio

Come avete potuto dedurre dalle poche righe con cui mi firmo ho 43 anni, e coniugo una solida formazione umanistica al mio trilinguismo (parlo correttamente italiano, tedesco e inglese) e alla mia passione per tutto ciò che è occulto ed insolito. Lavoro come traduttore freelance di testi divulgativi: questo mi consente di poter esercitare il mio mestiere ovunque poiché tutto ciò di cui necessito è un computer. Sono inoltre ghostwriter per alcuni ricercatori indipendenti tedeschi. Approfitto della mia privilegiata situazione lavorativa per viaggiare molto: ciò mi permette di conoscere più culture, espandere i miei mercati lavorativi e divulgativi, e soprattutto mi consente di osservare le differenze nelle operazioni di geoingegneria clandestina in tutto il globo e di stringere amicizie con i gruppi di contrasto locali. Pur considerandomi un giramondo ho comunque residenza in Germania.

Perché scrivo sulla Chiave Orgonica

Un freddo giovedì 15 dicembre 1994 che ricordo come se fosse ieri mi apprestavo a concludere la tesi in ingegneria aerospaziale. Ero già stato contattato da Airbus per un lavoro a tempo indeterminato con il quale avrei potuto fare carriera. Tutt’a un tratto, non so neanch’io perché, alzai per caso il mio sguardo al cielo, e lei era lì: trainata da un Boeing 747 che si sollevava, solida, bianchissima, persistente e sempre più grande! In quel momento ebbi un’illuminazione, era come se per la prima volta riuscivo a scollegare il cervello da quei testi pieni di menzogne scritti da professoroni che decantavano la loro sola e unica verità inculcata nella mia mente! Mi sentii come nel quadro L’Urlo di Munch. Stracciai il contratto con Airbus, mi iscrissi da capo alla facoltà di lettere, e finalmente mi sentii uomo libero. Da quel giorno iniziai ad occuparmi di temi veramente importanti come geoingegneria clandestina, inganno globale, rettiliani e onde ELF.

Melvin mi illustra il sito, mentre pratichiamo urinoterapia in Nevada

Melvin mi illustra il sito, mentre pratichiamo urinoterapia in Nevada

Fu poi al convegno contro la modificazione del clima tenutosi in Nevada il 23 aprile 2014 che ebbi modo di conoscere Melvin, l’amministratore del sito La Chiave Orgonica, persona dotata di grande acume e senso dell’attivismo. Mi presentò il sito chiedendomi di collaborare con loro, poiché avevano bisogno di un esperto in complotti internazionali. Ci pensai qualche mese, tenendomi sempre in contatto con lui, e finalmente decisi che le mie indagini avevano bisogno di essere divulgate al grande pubblico: un sito serio e in crescita come La Chiave Orgonica sarebbe stato perfetto. In seguito conobbi, di persona o online, anche gli altri membri dello Staff, tutte persone di chiara onestà e senso del dovere. Scelsi di chiamarmi Wotan in omaggio al dio Odino, associato a sapienza, guerra e vittoria: un nickname è obbligatorio, se non si vogliono subire gli attacchi del regime e venire messi a tacere. Sul sito della Chiave Orgonica mi occupo prevalentemente di complotti internazionali a tutto tondo, anche se il punto di vista privilegiato è quello con l’Italia.

Germania: com’è la situazione

Sfortunatamente molto simile a quella italiana. Anche nel Paese teutonico osserviamo quotidianamente sia le scie chimiche persistenti sia le più subdole scie invisibili. Fortunatamente nei negozi si può acquistare dell’ottimo aceto di mele biologico a soli 99 centesimi per contrastare il loro effetto. Il Governo tedesco è purtroppo fra i maggiori alleati di quello americano: di questo potete accorgervi anche in Italia dalle continue tensioni che Angela Merkel ha con il leader del Cremlino Vladimir Putin. Più subdola e meno conosciuta è la presenza di molte basi militari americane sul territorio tedesco, apparentemente abbandonate da anni ma che in realtà celano attività di controllo clandestino non manifeste. Si veda in questa foto la base Spinelli a Mannheim, ufficialmente chiusa ma con ancora tutte le strutture intatte e il divieto di accesso. Molti sono i residenti da me intervistati che la notte avvertono rumori sinistri provenire dalla base, e temono si tratti di una nuova Area 51 occultata nel cuore dell’Europa. Ho invitato il mio collega Mario Pitone ad indagare di persona, riconoscendo una rassomiglianza tra questi suoni e quelli emessi dai rettiliani in pericolo.

Spinelli

Una base USA in Germania: realmente abbandonata, o cela segreti che non si possono divulgare?

Il popolo tedesco poi a fatica si sveglia dall’intorbidimento perpetrato da scie chimiche e messaggi subliminali, pensa solo a lavorare e pagare le tasse, molto difficilmente alza lo sguardo al cielo. Sono stati zitti anche quando il partito di destra ha stretto alleanza con il partito di sinistra per formare una Große Koalition con la quale guidare il Paese. Vi ricorda nessuna similitudine con la situazione italiana?

Cos’è la GEB

Traducibile in italiano come Società per il Risveglio della Popolazione, la GEB è un gruppo di attivisti fondato da me e altri 11 tedeschi il 12 settembre 2001 con lo scopo di svegliare quanti più possibili da una situazione che ci stava lentamente ammorbando.

Le colonscopie vengono effettuate solamente da medici di fiducia non pagati dal regime

Le colonscopie vengono effettuate solamente da medici di nostra comprovata fiducia

Ora la GEB conta quasi un milione di iscritti, anche se non essendoci liste ufficiali questo numero potrebbe essere anche maggiore: il punto di forza della GEB è infatti quello di non avere un capo e di essere completamente anonima, ufficialmente inesistente, in modo da evitare gli attacchi esterni dei disinformatori. Non abbiamo pagine facebook, blog né nessuno ne parla mai per le strade. L’unico modo per conoscerci è essere membri a sua volta, cosa che ora può essere possibile solo se si è cittadini tedeschi, si hanno almeno 16 anni e si viene invitati da un membro con almeno 5 anni di anzianità. Inoltre viene effettuato un controllo corporale completo per eliminare la possibilità che il nuovo membro sia stato microchippato contro la sua volontà: non accettiamo nuove leve che non abbiano effettuato indagini endoscopiche pulite, siamo molto seri su questo.

Ci ritroviamo, ognuno nella propria città, con riunioni mensili in cui discutiamo di eventi di attualità, ci coordiniamo tra i vari gruppi via connessione Skype criptata e decidiamo di volta in volta come agire per persuadere i nostri conoscenti che la verità non è quella che ci propinano i media di regime. L’obiettivo è coinvolgere anche la politica onesta, e vi assicuro che alle prossime elezioni nel 2017 ne vedrete delle belle: sempre più tedeschi si stanno risvegliando grazie a noi. Ne parlo per la prima volta in questo sito dopo aver ricevuto parere positivo dai militanti, perché è giusto che anche in Italia conosciate la nostra esperienza e cominciate ad organizzarvi secondo il nostro modello che finora, perdonate la modestia, funziona alla grande.

Penso così di aver risposto a tutte le domande ricevute. Se ne avete altre vi prego di scriverle nei commenti a questo articolo: sarò lieto di rispondervi nel limite di ciò che mi è concesso.

Share on Facebook24Share on Google+9Tweet about this on TwitterShare on Reddit0Pin on Pinterest0Email this to someone
Wotan

Autore:

Nato da padre italiano e madre tedesca, Wotan inizia la sua attività da ricercatore indipendente a 23 anni, shoccato dalla vista delle prime chemtrail. Attualmente residente in terra teutonica, è traduttore professionista di testi divulgativi, nonché socio fondatore della Gesellschaft für das Erwachen der Bevölkerung (GEB).

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci la soluzione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

  • Agnesina Pozzi

    purtroppo in Italia la lobotomizzazione me(R)diatica è molto avanti, grazie a Endemol, mediaset, cairo editore e sodalizio mafio massonico sionista. Ancora in Italia si ha la testa sotto la sabbia, si deride chi parla di RFID, di biochip, scie chimiche e complottti. C’è un magistrato che stimo moltissimo che piano piano e a fatica sta informando la gente ma hanno cercato di farlo passare per pazzo (tipica tecnica di delegittimazione). Non so se conosci questo video ma ti prego di guardarlo https://www.youtube.com/watch?v=dtaPgOaXd6I&index=18&list=PLCAvB7eojJWrZVl9BZBP9LPHeS5ZGvqF9 a me che già mi ero fatta le mie idee mi ha fatto correlare tantissimi eventi ed aperto la mente. Grazie per il lavoro che fate, se puoi darmi qualche consiglio è ben accetto. Ciao