La Chiave Orgonica

Alla scoperta delle verità nascoste

Focolaio di Morgellons in Indonesia, popolazione in quarantena

Pubblicato in Geoingegneria / Morgellons / Scie chimiche
2
Share on Facebook817Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on Reddit0Pin on Pinterest0Email this to someone

article-2193132-14acfd2f000005dc-433_964x650

Da diverse settimane i Krilin, etnia di poche centinaia di abitanti del sud dell’Indonesia sull’orlo dell’estinzione, si svegliano letteralmente ogni mattina guardando la morte in faccia. I referti clinici non lasciano dubbi: almeno un terzo della popolazione è stata contagiata con il sottotipo VA.H-GAR3 del morbo di Morgellons, la variante più rara e pericolosa di questa malattia che la cosiddetta comunità scientifica si ostina ad ignorare nonostante sempre più persone al mondo ne soffrano.

Le foto che vi mostriamo di seguito, scattate dal missionario umanitario Don Alemanno, d’altronde non lasciano adito a dubbi. Per chi non lo conoscesse, il morbo di Morgellons è un virus creato artificialmente in laboratorio e sparso poi sul pianeta tramite scie chimiche. Secondo il missionario, che vive con i Krilin da ormai 7 anni, da qualche giorno prima dell’epidemia il cielo aveva cominciato a farsi particolarmente plumbeo, fenomeno meteorologico molto insolito per un Paese dall’estate perenne in cui le temperature si aggirano tra i 20 e i 30 gradi centigradi. Oltretutto, notava il missionario, le persone che per prime e in modo più grave hanno contratto il morbo sono quelle che lavoravano all’aperto tutto il giorno nei campi per coltivare vegetali, in particolare carote e riso che i locali servono ai turisti. Un caso?

krilin

I Krilin sono una popolazione ignorante ma orgogliosa e come vedete dalle fotografie trovano, anche nella malattia, il coraggio di vestirsi dignitosamente. I parenti e gli amici degli ammalati, non consapevoli dell’alto rischio di contagio, li aiutano come possono a reggersi in piedi nei loro ultimi giorni di vita. Il coraggioso Don Alemanno, a sua volta destinato alla morte, sta documentando come può e mette tutto a disposizione della comunità dei ricercatori indipendenti nei brevi attimi in cui riesce a connettersi a una rete internet: il Governo ha deciso infatti che nessuno può entrare nè uscire dalla zona del contagio, ufficialmente per non diffondere quella che loro hanno chiamato “una semplice influenza stagionale” nel resto del Paese.

Resta da chiedersi come mai i militari abbiano deciso di spargere Morgellons tramite scie chimiche su una popolazione innocua e inerme come i Krilin. Una delle ipotesi è che la povera etnia indonesiana sia stata utilizzata come colonia di test per una nuova mistura senza dare nell’occhio: analisi dell’aria locale hanno rilevato alte concentrazioni di Plutonio (Pu), Fosforo (P) e Protoattinio (Pa), elementi chimici ideali per la sopravvivenza del virus che causa il morbo di Morgellons. Un’altra ipotesi è che i militari vogliano di proposito estingere i Krilin, che pare abbiano sviluppato con la loro alimentazione a chilometri zero l’immunità al normale bario sparso con le scie chimiche: un pericolo che i poteri forti devono sterminare con ogni mezzo.

In tutto ciò i media internazionali tacciono o imbastiscono scuse poco credibili, preferendo occuparsi di distrarre il resto del mondo con le curve di Belen Rodriguez. Aspettiamo ora le scuse dalle persone che ci davano dei pazzi, o peggio dei troll, per il nostro articolo sull’apocalisse zombie che anticipava quello che sta oggi ahinoi accadendo nel Paese del sud-est asiatico.

Share on Facebook817Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on Reddit0Pin on Pinterest0Email this to someone
Wotan

Autore:

Nato da padre italiano e madre tedesca, Wotan inizia la sua attività da ricercatore indipendente a 23 anni, shoccato dalla vista delle prime chemtrail. Attualmente residente in terra teutonica, è traduttore professionista di testi divulgativi, nonché socio fondatore della Gesellschaft für das Erwachen der Bevölkerung (GEB).

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci la soluzione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

  • Dr.Lazzarus

    ciao a tutti, è la prima volta che capito in questo sito e mi sorge una domanda: ma in questo Blog/sito prendi in giro le teorie complottiste o ci credi veramente?

    • Gran Mitico

      Io non sapevo che la sindrome di Morgellons fosse capace di portaci a diventare come dei cadaveri ambulanti, sapevo che chi ne è affetto, gli nascono dei tubicini filiformi dalla grandezza di spessore come un filo, e lunghi come dei filamenti intrecciati, e guarda caso, sono anche molto colorati, e sapevo che chi ne è affetto, gli vengono un sacco di pruriti ed ha delle cicatrici che non si rimarginano mai, ma che arrivassero a trasformare in morti viventi le persone, lo so ancora adesso.