La Chiave Orgonica

Alla scoperta delle verità nascoste

Ex colonnello dell’aeronautica confessa “le scie chimiche servono a riequilibrare il clima stravolto”

Pubblicato in Geoingegneria / Insabbiamento / Scie chimiche
2
Share on Facebook160Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on Reddit0Pin on Pinterest0Email this to someone

United-States-AirforceH. T. (nome occultato) ex colonnelle delle forze aeree statunitensi in un’intervista a telecamere spente ha fatto una ambigua confessione: le scie chimiche esistono e servono per riequilibrare il ciclo climatico naturale stravolto a causa del surriscaldamento globale. I governi mondiali non ne ammettono l’esistenza per una pura questione di stabilità nazionale, temono che la gente possa spaventarsi a una notizia simile.
A rendere ancora più insolita la situazione è il fatto che tale intervista è stata pubblicata su due testate giornalistiche minori nello stato del Nevada.

Un lettore disinformato può facilmente credere ad un’affermazione simile ma una mente sveglia sa bene che le scie chimiche causano proprio lo stravolgimento climatico e che il fantomatico riscaldamento globale è la più grande bufala di regime.

Una notizia simile potrebbe lasciare il tempo che trova nel mare di disinformazione in cui la gente comune va alla deriva se non fosse che testimonia un cambiamento nelle tecniche di debunking adottate.
Ormai il 30% della popolazione è cosciente del problema e l’altro 70% è diviso tra persone titubanti e scettici incalliti che non ammettono la realtà per paura.
In questo scenario continuare a negare l’evidenza sarebbe poco fruttuoso e quindi hanno pensato bene di fare un passo avanti, ammettendone l’esistenza ma sostituendo il vero scopo con uno umanitario e nobile. Questa strategia è comune agli Stati Uniti, motiva ogni loro scelta o guerra.
Come andrà a finire ce lo dirà solo il tempo, ma dal nostro lato dobbiamo sempre impegnarci per diffondere l’informazione pulita e la vera scienza, in modo da debellare l’ignoranza e anticipare le mosse di debunking del NWO.

Share on Facebook160Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on Reddit0Pin on Pinterest0Email this to someone
Melvin Frohike

Autore:

Italiano trapiantato in America da molti anni si impegna per portare la verità a galla senza temere le conseguenze. Membro attivo della Nevada Chemtrail Reports e del Mutual UFO Network (MUFON) porta avanti indagini personali e i suoi articoli hanno spesso guadagnato una pagina nelle riviste specializzate in Ohio.

bc

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci la soluzione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

  • Pitocco

    Queste notizie se non supportate lasciano lo spazio che trovano. Le scie (chimiche)n che questi aerei rilasciano 20/30 anni fa non esistevano e questo per chi ha memoria o un’età tra i 40/60 anni dovrebbe ricordarselo.
    I cieli allora erano limipidi, non lattiginosi come adesso, e le stagioni, normalmente erano tali come dalla storia si insegna. Adesso è cambiato tutto nell’arco di pochi decenni e dare la responsabilità alle attività dell’uomo è impredicabile.

      • giovanni

        esattamente se si va a vedere la foto della terra tra gli anni novanta e duemila si vede che la terra e luminosa e gli oceani e mari appaiono blu scuro perchè l’aria e più pulita di adesso.
        se si va a vedere una foto del 2015 la terra appare molto opaca e con questa specie di patina biancastra che copre tutto.