La Chiave Orgonica

Alla scoperta delle verità nascoste

Attività fisiche all’aperto: sei proprio sicuro che facciano bene?

Pubblicato in Contaminazione / Controllo delle masse / Scie chimiche
1
Share on Facebook167Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on Reddit0Pin on Pinterest0Email this to someone

Al giorno d’oggi chiunque ci dice che fare attività fisiche all’aperto è qualcosa di buono, i media di regime ce lo ricordano ovunque, addirittura nelle pubblicità degli orsetti gommosi, ma per quale motivo?
In questo articolo vogliamo affrontare un argomento che molti non hanno avuto il coraggio di trattare, sviscerando ciò che comporta per le grandi multinazionali e per il Nuovo Ordine Mondiale.
Chiunque con un minimo di intelletto sa bene delle tonnellate di nanoparticolato scaricate quitidianamente nell’atmosfera, passando dal bario e il manganese fino al piombo e lo stronzio, i quali hanno tutti effetti catastrofici per il corpo umano. Non mi soffermerò esponendo i vari effetti delle scie chimiche come controllo mentale e stitichezza, visto che se n’è ampiamente parlato in numerosi articoli.
Faremo invece un esempio di semplice comprensione e alla portata di tutti, anche dei negazionisti vigliacchi che hanno paura di accettare la verità.

E’ una splendida giornata di sole e l’italiano medio che gioca a fare lo sportivo per sentirsi superiore agli altri decide di indossare la tuta e di uscire per fare qualche chilometro di corsetta. In cielo come sempre aerei civili e militari spruzzano veleni e il nostro atleta della domenica inizia a respirare più intensamente per via dell’attività fisica, il suo corpo brucia più ossigeno e assimila una massiccia quantità di metalli pesanti e nanovirus, cosa che al chiuso non sarebbe mai successa.
Di ritorno a casa, il nostro italiano medio, si sente spossato e non rendendosi conto che è per via dei nanoparticolati sceglie di imbottirsi di costosi integratori che lo rendono gonfio e gli ovalizzano i testicoli. La sera stessa, sempre a causa dei veleni respirati in dose massiccia che gli hanno abbassato il sistema immunitario, avverte i primi segni di un malanno e decide dunque di affidarsi ad un medico che gli prescrive 3 differenti farmaci per un semplice raffreddore.
Termino l’articolo riflessivo con alcune domande, le conclusioni saprete benissimo trarle da voi.
Non è forse un’unica fonte quella che in primis finanzia le scie chimiche, in seguito promuove l’attività all’aperto, ed in fine riscuote il danaro da farmaci e integratori? Sono tutti ciechi e non se ne rendono conto o questa è l’ennesima prova del controllo mentale?

Share on Facebook167Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on Reddit0Pin on Pinterest0Email this to someone
Melvin Frohike

Autore:

Italiano trapiantato in America da molti anni si impegna per portare la verità a galla senza temere le conseguenze. Membro attivo della Nevada Chemtrail Reports e del Mutual UFO Network (MUFON) porta avanti indagini personali e i suoi articoli hanno spesso guadagnato una pagina nelle riviste specializzate in Ohio.

bc

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci la soluzione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

  • dott.ssa Gastani Frinzi

    Ci sono troppi triangoli massonici in questa foto…